Villaciambra, “bastano 6 mila euro per un intervento immediato”

Redazione

Cronaca

Villaciambra, “bastano 6 mila euro per un intervento immediato”
La denuncia del Movimento 5 Stelle: "Una spesa che consentirebbe il ripristino delle aule e di un bagno"

Villaciambra, “bastano 6 mila euro per un intervento immediato”

23 Gennaio 2014 - 10:00

Riceviamo e pubblichiamo una note di Fabio Costantini, portavoce del Movimento 5 Stelle di Monreale.

“L’edilizia scolastica Monrealese sta patendo le sorti dell’incuria di un’Amministrazione che poche attenzioni ha dedicato, e tutt’ora dedica, ai luoghi deputati ad ospitare le generazioni future rappresentate dai nostri figli. In questi giorni, torna sotto i riflettori della cittadinanza, l’annosa questione che interessa i locali della Scuola Materna di Villaciambra, la cui struttura è stata oggetto di varie infiltrazioni d’acqua, venute nuovamente alla luce dopo le ricche e copiose piogge invernali, che ne hanno permeato il soffitto.

Naturalmente numerose e ripetute sono state le segnalazioni inviate all’Amministrazione Comunale, la quale, non ritenendo opportuno e prioritario intervenire per tempo debito con provvedimenti di manutenzione ordinaria, ha reso invece urgenti e necessari, oggi, interventi di natura straordinaria. La situazione è andata così degenerando sino al punto da determinare già nei primi mesi di quest’anno scolastico ben tre interventi dei Vigili del Fuoco, a seguito dei quali si è ritenuto opportuno interdire gli accessi a due locali bagno e a due aule, subordinando il parere positivo per l’agibilità di tali locali, agli interventi di ripristino della guaina ammalorata presente sui tetti (da dove hanno origine le infiltrazioni d’acqua piovana). Inutile evidenziare come l’adozione necessaria di tali provvedimenti da parte delle autorità, ha seriamente compromesso il normale svolgimento delle lezioni, nonché fortemente ipotecato il futuro proseguimento per l’anno scolastico ancora in corso.

Sia pur a conoscenza di un progetto redatto dai tecnici comunali (i quali quantificano la risoluzione definitiva della problematica in un preventivo di €106.000 che, come dichiarato dall’Assessore, non sono stati opportunamente preventivati nella disponibilità del Comune), abbiamo ritenuto opportuno valutare l’esistenza di soluzioni alternative differenti e più facilmente praticabili, tali da potersi porre in essere più rapidamente e più semplicemente.

Dopo un nostro accurato sopralluogo, di comune accordo con una rappresentanza dei genitori interessati (alla presenza del Sig. Pietro Romano, attuale membro del Consiglio di Istituto componente genitori) si è deciso di interpellare due ditte specializzate per valutare la possibilità di un ripristino delle parti ammalorate, in modo tale da consentire alle famiglie dei bambini di non vivere i disagi che causerebbero i doppi turni se non addirittura i turni alterni.

I tecnici professionisti delle ditte incaricate del sopralluogo ritengono possibile un intervento parziale che non costituirebbe altro se non un anticipo del progetto complessivo redatto dai tecnici comunali e che non si configurerebbe quindi come un intervento tampone, bensì come un’anticipazione parzialmente risolutiva (rimozione della guaina per tutta l’area corrispondente al tetto delle aule con inibizione d’accesso, con sovrapposizione di guaina liquida elastometrica bicomponente impermeabilizzante).

L’ammontare dei lavori di ripristino, che consentirebbero nuovamente l’uso dei locali di almeno un bagno e delle due aule è stato computato in c.a. €6.000 che si ritiene ragionevole pensare possano rinvenirsi nelle maglie del bilancio comunale, alla stregua di come si è fatto per alcune consulenze di cui molto si parla ultime ore.

Riteniamo importantissimo che il Comune intervenga celermente consentendo così al Dirigente Scolastico Patrizia Roccamatisi, di poter presto consentire il normale svolgimento delle lezioni, esonerandola dall’adozione di un dolorosissimo provvedimento che relegherebbe 80 famiglie della nostra Villaciambra, ad una fortissima condizione di disagio sociale.

Auspichiamo dunque che nelle more del reperimento dei fondi necessari, l’Amministrazione disponga questi interventi di parziale ripristino i cui costi, nel caso ci si dovesse avvalere dell’ausilio delle maestranze comunali, sarebbero addirittura di ammontare considerevolmente inferiore.

Ci aspettiamo di rinvenire nelle parole del Sindaco, quali sono i provvedimenti che questa amministrazione intende perseguire nell’immediato per scongiurare l’aggravarsi ed il protrarsi di tali eventi”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it