Stalli riservati in piazza, l’opposizione: “Uso personale”. Il sindaco: “Tutto falso”

Redazione

Regione - Altofonte

Stalli riservati in piazza, l’opposizione: “Uso personale”. Il sindaco: “Tutto falso”
Il pass per parcheggiare in piazza rilasciato all'assessore ha scatenato le ire dell'opposizione

Stalli riservati in piazza, l’opposizione: “Uso personale”. Il sindaco: “Tutto falso”

11 Agosto 2019 - 10:00

Il pass per parcheggiare in piazza che il comune di Altofonte guidato da Angela De Luca ha “staccato” per l’assessore Francesco Amato, ha scatenato le ire del gruppo di opposizione “Insieme per Altofonte”. Tanto che il gruppo, guidato da Marco Adornetto, ha presentato una interrogazione su questo caso proprio al sindaco De Luca: “L’assessore Amato parcheggia, con tanto di pass, in piazza la propria autovettura – dicono dal gruppo di opposizione – A memoria, non ricordiamo che sia mai stato rilasciato un pass autorizzativo che permetta di parcheggiare in piazza. Lo stesso assessore poteva dotarsi di un abbonamento, come qualsiasi cittadino o dipendente del comune. Ci chiediamo il perché di una tale scelta”.

La replica arriva direttamente dal sindaco: “I 4 posti riservati in piazza sono stati previsti dall’ordinanza numero 51 del 2018. Questi posti sono stati previsti per consentire di posteggiare in prossimità del comune a funzionari o amministratori di altri enti che per motivi inerenti il loro ruolo devono recarsi presso il nostro comune – spiega il sindaco – Ricordo ai consiglieri di opposizione, che il nostro comune non ha in dotazione nessuna auto di rappresentanza. Quindi quando io o un assessore dobbiamo spostarci per compiti istituzionali, abbiamo deciso di utilizzare le nostre vetture personali, senza oneri a carico dell’amministrazione. Occasionalmente anche io, o altri Assessori abbiamo utilizzato questi stalli per il tempo strettamente necessario per prendere o posare documenti”.

“Nel caso specifico – continua il primo cittadino – l’assessore Amato, che per le deleghe a lui assegnate effettua sopralluoghi sul territorio e non solo dentro il paese, ha avuto un eccezionale concomitanza di adempimenti. Dai cantieri di servizio alla programmazione delle somme del ministero degli interni, passando per quelle del ministero dello sviluppo economico, il bilancio di previsione, gli adempimenti sulla regolarizzazione delle sepolture comunali, oltre al recarsi nei luoghi dove le imprese che fanno lavori per il comune o il personale comunale opera. Per questo ha chiesto di poter fruire degli appositi stalli in modo continuo. Ritenendo l’uso della vettura personale per motivi di servizio non un privilegio, ma bensì un attaccamento al lavoro e al ruolo, ho autorizzato tramite il comandante Recupero l’Assessore Amato a fruire dell’apposito posteggio”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it