Dopo i rifiuti anche l’eternit: ormai è allarme ambientale

Giorgio Vaiana

Cronaca - Monreale

Dopo i rifiuti anche l’eternit: ormai è allarme ambientale
Vecchie cisterne in via Spartiviolo e via Regione siciliana

Dopo i rifiuti anche l’eternit: ormai è allarme ambientale

19 Luglio 2019 - 10:38

Non si arresta l‘emergenza legata ai rifiuti a Monreale. Con gravissime difficoltà, l’amministrazione sta tentando di tornare alla normalità. I risultati, però, stentano ad arrivare. Seppur il pugno duro chiesto e ottenuto dal sindaco Alberto Arcidiacono con circa 50 multe fatte in pochi giorni (leggi questo articolo), l’emergenza non si ferma. E le discariche abusive spuntano sempre negli stessi posti. Unica soluzione, lo diciamo da secoli ormai, sono le telecamere di videosorveglianza. Unico modo per tentare di arginare il fenomeno degli abbandoni illeciti. I controlli, sporadici, non servono a niente (o quasi).

Intanto spunta anche qualche discarica che non si vedeva da un po’. Come quella di via Spartiviolo, dove un tempo c’erano i cassonetti dei rifiuti. Ora, insieme a qualche sacchetto che viene sempre raccolto dagli operatori della Mirto, ci sono due vecchie cisterne di eternit. E altre due si trovano in via Regione siciliana, la strada che porta nella frazione montana di Monreale, sempre in quella “celebre” discarica che era stata bonificata qualche mese fa. Difficile avere ragione delle persone incivili. L’eternit, però, è un vero disastro per l’ambiente, oltre che per la salute umana. Il materiale, infatti, è cancerogeno. Va smaltito attraverso delle ditte specializzate. Ora il comune dovràprovvedere a proprie spese.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it